Dieci ragioni per volere un’unione fiscale

Dieci ragioni per volere un’unione fiscale

 

Ragioni economiche

 

1)      Un’unione fiscale democratica in Europa é essenziale per garantire l’implementazione di policy mix (welfare, salari, politica industriale) in grado di eliminare progressivamente gli squilibri macroeconomici endogeni che hanno portato alla crisi dell’Euro. Senza unione fiscale, la crisi dell’Euro non puó terminare: la BCE puó solo alleviare, per un periodo limitato, i suoi effetti finanziari, con poco o nessun sollievo per le persone.

 

2)      Un’Unione fiscale democratica é l’unica soluzione possibile per riportare la stabilitá finanziaria nel Vecchio Continente in maniera equa ed equilibrata: evitando cioé condizioni-capestro unilaterali per i prestiti centrali, ma anche i forti moral hazard cui sono sottoposti gli stati (e i leader politici) che ricevono aiuti.

 

3)      Un’unione fiscale é un modo eccellente per dare vita ad una politica economica Europea che guardi al futuro comune (emettendo bonds dell”Area Euro per finanziare parte delle proprie spese) invece che creare divisioni sugli errori del passato (come accadrebbe se ci fosse mutualizzazione del debito pregresso).

 

4)      Un’unione fiscale e’ di gran lunga la soluzione piú efficace per liberare un enorme potenziale di risorse economiche in grado di rilanciare il destino economico dell’Europa (grazie a una decisiva riduzione degli interessi sul debito, e la possibilitá di contrarre debito europeo per progetti europei a costo quasi nullo).

 

5)       Un’unione fiscale garantirebbe una migliore gestione delle risorse, sia in termini di allocazione geografica (investimenti laddove davvero servono) che in termini di controllo nella qualitá della spesa (con un attento controllo da parte di tutti i cittadini europei sulle modalitá di spesa e investimento). In particolare, questo avverrebbe a grande profitto dei paesi con alti livelli di corruzione, provocando un volano di crescita grazie alla riduzione della “tassa sulla corruzione”.

 

ragioni politiche

 

6)      Un’unione fiscale permetterebbe di arrestare il processo di decostruzione del welfare europeo, liberando, grazie al crollo del costo del debito, un’ingente quantitá di risorse. Inoltre, porterebbe al progressivo bilanciamento dei welfare europei (grazie alle decisioni congiunte sui capitoli di spesa finanziati assieme) generando ingenti guadagni sia in termini di efficacia di modelli di welfare, che in termini di livello di protezione sociale garantita.

 

7)      Un’unione fiscale democratica é la migliore soluzione per restituire sovranitá ai cittadini: abilitando un parlamento comune rappresentativo di tutti gli stati europei a prendere decisioni in materia fiscale, si restituisce la parola ai cittadini mettendo fine alle scelte di politica economica “imposte da Bruxelles”.

 

8)      Un’Unione fiscale democratica é la migliore soluzione per disinnescare la rinascita dei nazionalismi e delle dittature in Europa: nella misura in cui le decisioni vengono prese da un parlamento eletto e rappresentativo di tutti, ogni argomentazione basata sull’ingerenza straniera, l’assenza di democrazia, “la dittatura tedesca”, i “porci greci” (ma anche spagnoli, Italiani, Irlandesi) diviene priva di senso e si rivela per quella che é: sangue iniettato negli occhi dei nazionalisti.

 

9)      Un’unione fiscale democratica é il modo piú sicuro per ristabilire la fiducia tra i cittadini europei, abituandoli progressivamente a prendere coscienza dell’impatto delle loro scelte non solo sul benessere nazionale, ma su quello europeo. La fiducia nasce dalla collaborazione.

 

10)   Un’Unione fiscale democratica é la garanzia di un futuro brillante per il continente: migliore utilizzo delle risorse, sicurezza finanziaria, democrazia continentale, investimenti la’ dove servono, miglioramento della qualita’ della spesa, riforma e protezione del welfare, eliminazione degli squilibri macroeconomici, ricostruzione della fiducia tra cittadini, fine dell’Europa come entitá lontana e astratta, scacco matto ai nazionalismi. Non esiste alcuno strumento, alcuna riforma nazionale che sia in grado di provocare lo stesso eccezionale shock positivo all’UE come la creazione di una vera unione fiscale democratica. Meno sovranitá agli stati, piú sovranitá ai cittadini!

 

Buon anno a tutti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: