Lo Statuto

Statuto

1) Parmafederalistaction  è il blog della sezione di Parma della Gioventù Federalista Europea.
ambisce a promuovere l’idea di un’Europa federale tra i giovani di Parma, d’Italia e d’Europa.
2) La linea editoriale del blog è sostenere lo sviluppo europeo in senso federale. Non si effettua alcuna discriminazione di carattere politico o valoriale, nella misura in cui le rivendicazioni dell’autore del post non vanno contro l’ideale di un’Europa Unita in senso federale. Il movimento promuove in secondo luogo ideali universali di amicizia tra i popoli, non discriminazione, e rispetto reciproco; i seguenti valori rappresentano una condizione non negoziabile per i nostri autori.

II organizzazione
3) Il Blog è legato al movimento della Gioventù Federalista Europea (GFE) della Città di Parma. Eventuali problematiche sorte nella gestione del blog sono regolate all’interno dell’assemblea del movimento federalista della città di Parma. Ogni contributore alla testata acquisisce diritto di voto nell’assemblea per le questioni che riguardano il blog stesso, anche se non membro della Gioventù Federalista Europea.
4) La presidenza della Gioventù Federalista Europea di Parma esercita un controllo non intrusivo sui contenuti dei post, nel rispetto della libertà editoriale dell’autore. In casi eccezionali, la presidenza può intervenire seguendo le procedure di cui agli articoli 5 e 6.
5) Nel caso in cui la Presidenza riscontri una chiara e dimostrabile violazione dei principi generali in un post dell’autore, la presidenza può richiedere in via privata all’autore stesso di effettuare un post correttivo.
Spetta all’autore, eventualmente, rendere tale richiesta pubblica.
La richiesta deve avvenire in forma scritta.
Nel caso in cui siano emersi insulti a persone od organizzazioni in un post di un autore, è dovere dell’autore effettuare le dovute scuse.
Se l’autore ritiene che la propria libertà editoriale sia stata violata, può ricorrere contro la decisione della Presidenza secondo l’articolo 7.
6) Nel caso in cui la Presidenza rilevi molteplici violazioni dei principi generali da parte di un autore, o nel caso in cui una singola violazione abbia un carattere talmente eccessivo da violare ogni legame di fiducia tra il movimento e l’autore, la presidenza può richiedere la terminazione della collaborazione con l’autore in questione.
La richiesta va inoltrata in forma scritta e giustificata all’assemblea e tutti i collaboratori esterni,
incluso l’autore sotto indagine.
L’autore sotto indagine ha il diritto di presentare un documento di chiarificazione e di farlo circolare tra i membri.
L’assemblea ha tre settimane di tempo per esprimere una maggioranza contraria alla terminazione della collaborazione sotto indagine.
Il voto avviene in forma palese. È compito della presidenza raccogliere tutti i voti e rendere pubblici i risultati. In caso in cui vi siano astenuti, è diritto dell’indagato contattare gli astenuti per verificare la veridicità dell’astensione.
Nel caso in cui l’espulsione abbia effetto e riguardi un membro della GFE di Parma, ulteriori provvedimenti disciplinari sono di competenza esclusiva della GFE di Parma, la quale può anche decidere, in completa autonomia, il reintegro dell’autore oggetto di banno.
7) Un autore sotto indagine o che abbia ricevuto richiesta di scrivere un post di riparazione può reputare di essere oggetto di attenzioni discriminatorie, oppure che la sua libertà editoriale sia stata limitata oltre i termini pattuiti. Nel caso, l’autore può inoltrare ai membri della GFE di Parma una richiesta spiegando le proprie ragioni.
La presidenza ha una settimana per raccogliere il parere di tutti i partecipanti. Se il parere è positivo, la Presidenza può continuare a procedere con la richiesta di modifica. In caso di parere contrario, la Presidenza è chiamata a rispettare la volontà dell’Assemblea.
Lo statuto può essere cambiato a maggioranza qualificata del 60% dell’assemblea, inclusi membri esterni. In caso in cui tale assemblea esprima una maggioranza non qualificata o una minoranza non inferiore al 40%, l’assemblea ristretta dei membri della GFE di Parma può modificare lo statuto a maggioranza semplice.
Ogni parte dello statuto è emendabile con l’eccezione dei principi generali.
Durante il periodo transitorio descritto al punto 9, lo statuto può essere modificato a maggioranza semplice.
9) Il periodo di prova dello statuto è considerato iniziare dal giorno della sua approvazione per i 6 mesi successivi. La Presidenza può prolungarne la durata di ulteriori 6 mesi in caso di modifiche.
10) Se il numero dei contributori esterni raggiunge il numero di 10, essi acquisiscono il diritto di eleggere un proprio membro all’interno della Presidenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: